Passa al contenuto principale

Voci dal fronte

icona_mostra

Mostra

Simulatori di volo, prototipi di maschere antigas, uniformi di ufficiali medici e veterinari, cassette ferri e medicinali da campo, modelli di ambulanze e carri farmacia. I volti degli studenti al fronte, le loro lettere.

Vedi »

icona_archivi

Archivi

I volti e il ricordo degli studenti caduti al fronte; i nomi degli studenti, degli assistenti, dei professori e degli impiegati in servizio militare e detenuti nei campi di prigionia; l'assistenza ai soldati al fronte e ai profughi.

Vedi »

icona_biblioteche

Biblioteche

Gli studi e le pubblicazioni in pubblico dominio dei docenti attivi tra il 1914 e il 1924 su: l'innovazione in ambito medico-chirurgico, l'alimentazione in guerra, l'incremento dei prezzi, il lavoro delle donne, le psicopatie nei militari, i progressi nell'aviazione, le questioni linguistiche e demografiche, il patriottismo.

Vedi »

icona_musei

Musei

I volti dei giovani italiani, militari e civili, che presso l'Ufficio Psico - Fisiologico dell'Aviazione creato a Torino nell'Istituto di Fisiologia dell'Università nel 1917 si sottoponevano ai test per selezionare i futuri piloti.

Vedi »


In evidenza nella collezione
Mostra

Maschera antigas Ciamician-Pesci

Il dispositivo Ciamician-Pesci era chiamato “tampone” perché identico al classico tampone usato in campo medico. Fu la maschera che ebbero in dotazione all'inizio della guerra i nostri soldati. Esso veniva fissato al volto grazie a due anse di elastico che passavano dietro alle orecchie. Era costituito da vari strati di tulle cuciti tra loro in modo da creare una tasca in cui veniva inserita una faldina impregnata con una soluzione acquosa di carbonato di sodio, carbonato di potassio e iposolfito di sodio. Il tutto era corredato da una faldina di ricambio e un boccettino contenente altra soluzione neutralizzante.

Maschera antigas Ciamician-Pesci

In evidenza nella collezione
Archivi

D'Antona Enrico, Riesi (Caltanissetta)

Documenti raccolti per commemorazioni e pubblicazione celebrativa.
Nato a Riesi (Caltanissetta) il 25 luglio 1884, laureando in Giurisprudenza, combatté in Artiglieria e al comando del servizio someggiato. Fatto prigioniero sul Monte Nero il 25 ottobre 1917, sopravvisse alla prigionia in Boemia, ma contrasse una grave malattia nella via del ritorno e morì all'Ospedale Militare di Trieste il 6 dicembre 1918.

D'Antona Enrico, Riesi (Caltanissetta)

In evidenza nella collezione
Musei

Aspirante pilota della Prima Guerra mondiale, matricola n. 2209

Fotografia scattata presso l'Ufficio Psico - Fisiologico dell'Aviazione - Sezione di Torino

Aspirante pilota della Prima Guerra mondiale, matricola n. 2209

In evidenza nella collezione
Biblioteche

Nuovo atlante di geografia fisica, politica ed economica

Nuovo atlante di geografia fisica, politica ed economica / Assunto Mori ((In: Minerva : rivista delle riviste, A. 39, n. 14-15 (16 luglio-1 agosto 1919) 498-499 p.; recensione di Cosimo Bertacchi.

Nuovo atlante di geografia fisica, politica ed economica

Torna in alto